Scadenza del 31 Ottobre 2016 – Finanziamenti soci effettuati tramite società fiduciarie

Con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 2013/94904 del 2 agosto 2013 recante “Modalità e termini di comunicazione all’Anagrafe tributaria, ai sensi dell’art. 7, comma 12 del DPR 29/09/1973 n. 605, dei dati relativi ai soci o familiari dell’imprenditore che effettuano finanziamenti o capitalizzazioni nei confronti dell’impresa” il legislatore ha previsto che siano comunicati entro il 31 ottobre di ogni anno i dati relativi ad operazioni di finanziamento dei soci (o di loro familiari) per importi maggiori o uguali a € 3.600,00 effettuati nell’anno precedente.

In tale circostanza non esiste l’obbligo a carico della fiduciaria di comunicare all’Agenzia delle Entrate eventuali finanziamenti effettuati per conto dei propri fiducianti. Tuttavia, potrebbe esserci un suo coinvolgimento qualora la società non conoscesse l’identità del fiduciante e riscontrasse difficoltà a procedere con la comunicazione all’Anagrafe tributaria. La fiduciaria, in tal caso, potrebbe procedere al rilascio del nominativo del fiduciante alla società, previa autorizzazione dello stesso.

In alternativa la società, per adempiere ai propri obblighi, potrebbe inserire i dati della fiduciaria quale socio che ha effettuato il finanziamento: sarà poi l’Agenzia delle Entrate, sulla base degli ordinari poteri di accertamento, a richiedere direttamente alla fiduciaria di fornire il nome del fiduciante.