Finanziamento erogato da Banca estera: il caso.

La polizza United Linked con una compagnia assicurativa estera, tramite mandato a fiduciaria italiana, può costituire la garanzia (pegno) da prestare a una Banca estera, per ottenere un finanziamento.
Il cliente sottoscrive con la fiduciaria un mandato fiduciario con oggetto la gestione della liquidità derivante dal finanziamento bancario e le connesse istruzioni operative, tra cui la concessione a pegno della Polizza.
Ottenuto il finanziamento, la fiduciaria lo accredita al suo fiduciante, che lo potrà eventualmente utilizzare anche per finanziare la sua società.
Qualora la Banca estera non abbia una stabile organizzazione in Italia, sugli interessi attivi che percepisce deve essere corrisposta la ritenuta a titolo di imposta tramite un sostituto di imposta, che può essere la stessa fiduciaria che stipula il contratto di finanziamento.
Il cliente paga gli interessi sul finanziamento alla fiduciaria, la quale opera e versa la ritenuta d’imposta e gira il netto alla banca estera.
Con tale operazione, il cliente ottiene:
Riservatezza, perché evita di indicare nel quadro RW il finanziamento ottenuto;
Evita di impiegare risorse proprie, poiché utilizza la polizza Unit Linked;
Una parte, più o meno significativa, degli interessi passivi vengono coperti dai proventi attivi della polizza messa a pegno.