Società fiduciarie e pianificazione patrimoniale.

Nonostante sia ancora argomento sottovalutato, l’importanza di attuare una buona pianificazione patrimoniale anche e soprattutto ai fini del passaggio generazionale merita assoluta considerazione.
In questo senso, la società fiduciaria ha oggi trovato un nuovo modo di esprimersi come valido strumento a supporto del wealth planning e del passaggio generazionale dell’impresa.

       In particolare, sotto quest’ultimo aspetto, l’intestazione fiduciaria di partecipazioni consente di gestire l’intera transizione nell’assetto proprietario dell’azienda in termini di totale riservatezza: dopo aver provveduto all’intestazione fiduciaria delle proprie partecipazioni, l’imprenditore procederà con la relativa attribuzione a favore dei figli sempre dietro intestazione fiduciaria così garantendo invisibilità all’operazione.

     La società fiduciaria si rivela altresì un valido strumento di supporto in ambito di governance societaria tutelandone la stabilità. Si pensi, ad esempio, al conferimento congiunto di un mandato a società fiduciaria da parte dei soci stipulanti un patto parasociale relativo al sindacato di voto. In questo caso, attraverso la previsione di specifiche regole volte alla puntuale disciplina della formazione delle indicazioni di voto, è possibile ridurre notevolmente il rischio di voto difforme e, dunque, di stallo decisionale in sede assembleare.

       Infine, occorre ricordare come anche nella trasmissione di patrimoni diversi dall’impresa la società fiduciaria possa altresì rappresentare uno strumento efficace. In tema di donazioni, ad esempio, l’attribuzione a titolo gratuito di liquidità o di strumenti finanziari può essere eseguita in piena riservatezza. Ancora, l’intestazione fiduciaria di rapporti bancari e finanziari può essere utilizzata anche in combinazione con lo strumento del trust.